17
Ott

Nuova scultura in bronzo Dio Benaco, simbolo del Garda

Chi è il Dio Benaco?

Tra le leggende che popolano la storia antica della vasta regione del lago di Garda, c’è la forte presenza del figlio del dio del mare Nettuno, il dio Benaco, nume protettore del lago e protagonista delle sue origini e della sua storia.

Il dio Benàco sposò la bellissima ninfa gardesana Fillide ed ebbero due figli, Limone e Garmeo che, per ordine del padre, svilupparono la bella coltivazione gardesana dei limoni e dei cedri e la cura e la pesca del lago, fondando anche i paesi di Limone e Gargnano.

 

 

Il dio Benàco fu anche padre della meravigliosa ninfa di nome Garda che fece innamorare perdutamente il nume Sarca che dominava le montagne e le acque della più fredda regione alpina. Ad esso il dio Benàco la concesse in sposa, con il patto nuziale che l’unione facesse nascere il grande lago che prese appunto il nome della sposa. Il loro figlio si chiamerà Mincio e farà giungere le acque fino al mare lontano.

Dal dio Benàco nasce quindi il grande lago, simile al mare, con clima, vegetazione e ambiente che hanno i colori e il calore di un mare ma più temperato e solare, azzurro e mediterraneo.

Nel corso dei secoli il dio Benàco continuerà a ricordare ai gardesani la sacralità e la bellezza delle origini di questa terra creata millenni e millenni prima, con le sue straordinarie bellezze. Il lago di Garda ancora ripete il nome del mitico protettore, portatore di bene e fortuna per i gardesani e gli amici che lo frequentano.